Trekking Giglio

Trekking all’isola del Giglio

trekking-giglio

Le isole, passato il periodo estivo, riprendono i loro ritmi, lenti e pacati. Sul molo pochi gli sbarchi, le spiagge ritornano ad essere dominio dei gabbiani e una gran pace si appropria della natura. Settembre è il mese in cui bisogna prendere gli ultimi sprazzi dell’estate, un mese benevolo, amato dai camminatori. L’isola del Giglio ci accoglierà con modi garbati, com’è nella sua indole, un paradiso ideale da esplorare a piedi. Un’isola che lascia il segno, un’isola dalla quale poi non te ne vorresti andare. E poi c’è lui, il grande protagonista della realtà isolana: il mare. Circonda le scogliere come una benevola coperta, di un azzurro fiabesco, a tratti blu cobalto. Con questo trekking all’isola del Giglio esploreremo da est ad ovest, da nord alle alture, ci faremo affascinare da ritagli di vita paesana, resteremo incantati davanti a luminosi orizzonti e tramonti infuocati.  Il Giglio è l’isola dove la mente trova il suo spazio e i pensieri hanno libero sfogo dinnanzi al limite tra il cielo e il mare, lo scoprirete in questo trekking con I Camminatori Liberi!

Se siete appassionati di viaggi a piedi e vi entusiasma l’idea di camminare in piccoli gruppi condividendo gioie, soddisfazioni, sorprese, acqua e cibo, allora venite con la Guida Martina de I Camminatori Liberi a fare un bel trekking all’isola del Giglio!

Programma & Percorso

Venerdì 18 Settembre- La traversata est-ovest dell’isola

DATI TECNICI – lunghezza: 7,5 km , ascesa: 450 m, livello di difficoltà: medio, tempo di cammino: 6h 30’

Incontro, ore 7.45, con la guida Martina, imbarco per l’isola da Porto S.Stefano (GR). All’arrivo sull’isola del Giglio (un’ora di traghetto) affideremo i nostri bagagli all’albergatore (li ritroveremo al rientro del trekking in albergo) e partiremo subito per il primo sentiero: l’antica mulattiera Porto – Castello, una via panoramica che narra storie radicate nel tempo. Arrivati al Castello, faremo una visita guidata, perdendo l’orientamento nel dedalo delle viuzze per addentrarci appieno nella storia isolana. Dopo il pranzo e l’assaggio di vino Ansonaco rituale, volgeremo i nostri passi verso la parte occidentale dell’isola, arrivando nella piratesca baia del Campese. Un sentiero, sulla scia del sole, ci condurrà verso il faraglione che torreggia ad un’estremità del golfo. Con gli ultimi raggi alle nostre spalle, faremo ritorno al Campese e prenderemo possesso delle nostre stanze presso la struttura ricettiva. Cena e pernottamento.

Sabato 19 settembre – La vetta dell’isola e l’orizzonte infinito

DATI TECNICI – lunghezza: 15 km , ascesa: 750 m, livello di difficoltà: medio/impegnativo, tempo di cammino: 8 ore

L’isola ci da il buongiorno con il suo profumo di mare… non c’è tempo da perdere: ritrovo subito dopo colazione, ore 9.00, diamo il via ai trekking del giorno con un sentiero tra i più belli dell’isola. Attraverseremo una lecceta fitta fitta, verde di muschio, con un ricco sottobosco ai suoi piedi, sentiero che ci condurrà alle porte del Giglio Castello. Dopo una sosta per ricaricare le borracce, direttamente da una fonte sorgiva, proseguiremo per il Poggio della Pagana, il punto più alto dell’isola a 496 m s.l.m., dove faremo pranzo. Riprendendo il cammino sfido chiunque a non emozionarsi davanti alla meraviglia che avremo davanti agli occhi: il sentiero si snoda su un crinale che sfiora l’infinito e lo sguardo sarà libero di spaziare sul monte Argentario e sulle vicine isole di Giannutri e Montecristo. Ritorneremo al Giglio Campese dopo un affaccio sulla variopinta Cala dell’Allume, un tratto di costa che molto da raccontare. Rientro alla struttura, cena e pernottamento.

Domenica 20 settembre – Il faro di Punta del Fenaio e la candida spiaggia dell’Arenella

DATI TECNICI – lunghezza:10 km , ascesa: 450 m, livello di difficoltà: medio- facile, tempo di cammino: 6 ore

Se credete che l’isola abbia terminato le bellezze da offrirci sbagliate e di grosso! In questa giornata andremo verso nord, in uno degli angoli più poetici del Giglio. Subito dopo colazione, alle ore 8.30, cammineremo fino al Fenaio, la punta nord ovest dove, dal 1883, sorge l’omonimo faro, di un bel rosso corallo e dove vedremo antiche costruzioni usate dai contadini del passato. Attraversando una pineta arriveremo al primo, il più antico, faro dell’isola e da li scenderemo fino a Cala dell’Arenella dove, se la stagione sarà clemente, faremo un tuffo degno della dea Venere! Proseguiremo poi verso Giglio Porto dove troveremo, ad attenderci, le nostre valige e il traghetto del ritorno.

Cosa portare & Mettere nello zaino

Scarpe da trekking obbligatorie, pranzo al sacco (tranne il primo giorno, acquisteremo il pranzo prima di partire per ogni trekking), vari snack, due borracce da 1 litro, abbigliamento a strati, giacca a vento, k-way/poncho/guscio, bastoncini da trekking, torcia frontale, cappellino, crema solare, zaino da escursione giornaliera.

Per maggiori info, leggi il nostro articolo sull’abbigliamento e l’equipaggiamento da trekking e il nostro articolo sulle difficoltà tecniche del trekking

Non dimenticate di portare con voi spirito di adattamento e voglia di condividere bei momenti in compagnia! IMPORTANTE: Prima di partire per il viaggio la Guida invierà agli iscritti un vademecum dettagliato sull’equipaggiamento consigliato per il cammino.

Quota di partecipazione

La quota del viaggio è € 258,00/PERSONA* e include 2 pernotti in Hotel a due stelle in camere doppie, matrimoniali e triple (a seconda della disponibilità, singola supplemento 22,00 euro/notte) 2 cene (18/09/20- 19/09/20), 2 colazioni (19/09/20- 20/09/20), il passaggio marittimo a/r Porto-Santo Stefano/Giglio, accompagnamento con guida GAE (Guida Ambientale Escursionistica abilitata alla professione per la L.R. 86/2016) per l’intero soggiorno, assicurazione medico-bagaglio, RCT.

La quota non include tutti i pranzi, il costo per raggiungere il punto di partenza del viaggio, l’assicurazione per annullamento del soggiorno*(EURO 25,00/PERSONA) e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”. 

*L’assicurazione deve essere effettuata contemporaneamente alla conferma del soggiorno. In caso di annullamento del viaggio, la quota viene restituita dall’assicurazione con il 10% in meno trattenuto per le spese di gestione della pratica.

La direzione tecnica del viaggio è a cura dell’Agenzia Viaggi del Genio.

Iscrizioni

Per iscriversi al trekking all’isola del Giglio è necessario inviare una email a icamminatoriliberi@gmail.com scrivendo COGNOME, NOME, NUMERO DEI PARTECIPANTI, TELEFONO e CODICE FISCALE. Successivamente all’iscrizione verrà richiesto il versamento della caparra all’agenzia viaggi entro 19 agosto 2020 (modalità indicate al momento dell’iscrizione). Saldo finale entro il 01 settembre 2020. Si ricorda che questo viaggio sarà confermato con l’iscrizione di 8 partecipanti e chiuderà le iscrizioni il 19 agosto 2020 oppure al raggiungimento di 20 partecipanti.

Contatti

GAE Martina Marenco – 388 1839702 (mart-sab 15:00-19:00) – icamminatoriliberi@gmail.com – www.icamminatoriliberi.com

Agenzia Viaggi del Genio, p.za Virgilio, 34, 57037, Portoferraio (LI), tel. 0565 944374,​ gruppi@geniodelbosco.it

Follow by Email
Facebook14k
Facebook
Instagram2k