fbpx

E’ limitando il numero delle cose intorno a noi che ci si prepara ad accogliere l’idea di un mondo infinitamente più’ grande. L’universo e’ un equilibrio di pieni e di vuoti.

Tratto da “I mille giardini” di Italo Calvino.
Legenda. Nel riquadro a destra sono riportati in ordine: lunghezza, ascesa totale, durata e grado di difficoltà (verde=facile; giallo= medio; rosso=impegnativo)

Nelle colline livornesi si cela uno dei luoghi più panoramici del territorio. Emozionante è la visione a 360° che ci si presenta: l’isola di Gorgona, la Capraia, la Corsica, l’isola d’Elba, il promontorio di Piombino e, dall’entroterra le colline pisane, il lago di Santa Luce, i monti pisani e le lontane Alpi Apuane, protagonisti assoluti della vista che ci offrono i soli 375 m di altezza del Monte Pelato! Arrivati sulla vetta, in un contesto paesaggistico del genere, è difficile non lasciar andare la mente verso la riflessione, la meditazione e la contemplazione. Esiste un fine parallelismo tra l’escursionismo e lo yoga: entrambi puntano ai concetti di alleggerire e ridurre i pesi; da un lato l’escursionista cerca di alleggerire lo zaino, per una camminata meno faticosa, dall’altro lo yogi, mira ad alleviare i pesi della mente che ci creano tensione tutti i giorni, “Let it go, let it flow” appunto. Domenica 9 giugno, dopo una facile escursione, condivideremo assieme a Silvia Tamburini, istruttrice di Hata yoga e meditazione, una emozionante pratica yoga al tramonto in cima al Monte Pelato.

La pratica proposta in questa giornata è adatta a tutti, anche a coloro che si approcciano allo yoga per la prima volta.

[ngg src=”galleries” ids=”21″ exclusions=”242″ sortorder=”245,235,236,246,237,238,239,240,241,243,242,244,247″ display=”basic_slideshow” pauseonhover=”0″ interval=”2000″ transition_speed=”200″ show_thumbnail_link=”0″]


INFORMAZIONI SUL PERCORSO

  • Partenza: domenica 9 giugno, ore 18:00 , Nibbiaia (LI) (ulteriori info a iscrizioni chiuse)
  • Rientro: ore 22:00/22:15
  • Tipologia percorso: percorso lineare
  • Lunghezza: 4 km
  • Ascesa tot: 100 m
  • Difficoltà: T. Il percorso per la sua integrità si presenta come un’escursione facile, adatta a tutti
  • Durata: 4 ore

COSA PORTARE/METTERE NELLO ZAINO

  1. scarpe da trekking o da ginnastica
  2. 1  litro di acqua
  3. cena al sacco
  4. abbigliamento a strati (maglia a maniche corte/lunghe, pantaloni lunghi, felpa tipo pile, giacca a vento, k-way/poncho)
  5. tappetino e cuscino per la pratica yoga
  6. torcia frontale

Per iscriversi all’escursione è richiesto il pagamento anticipato della quota di partecipazione di 20, 00 euro* tramite PayPal.

*La quota di partecipazione comprende: l’organizzazione, l’accompagnamento con guida GAE, pratica yoga con istruttore qualificato e assicurazione RCT. La quota non comprende: costo del viaggio per raggiungere il punto di partenza dell’escursione, la cena e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

Le iscrizioni si chiudono lunedì 3 giugno o al raggiungimento del numero massimo di partecipanti (20). In caso di maltempo o mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti (10) l’escursione sarà rimandata a data da destinarsi. Importante: l’iscrizione all’escursione si considera effettiva soltanto col versamento della quota di partecipazione. Per maggiori informazioni leggi i nostri Termini e Condizioni.

A pochi giorni dall’evento le guide contatteranno via e-mail gli iscritti per comunicare gli ultimi aggiornamenti (si prega quindi di controllare la posta elettronica).

Per informazioni sull’escursione è possibile contattare la guida al 349-5076070 (martedì-sabato ore 15:00-19:00) oppure mandare una email a icamminatoriliberi@gmail.com.


Lo yoga per me non è qualcosa da insegnare ma qualcosa dal quale imparare, con questa visione pratico da circa 20 anni e oggi sono insegnante di Hatha Yoga e Meditazione. Studio presso l’Himalayan Yoga Institute di Firenze, nel quale si seguono gli insegnamenti dei Maestri Swami Rama e Swami Veda Bharati. E’ una formazione classica che vuole mostrare lo yoga cosi come è, semplice, chiaro, anche impegnativo, ma mai schiavo di quella o questa moda del momento. L’insegnamento è ancora impartito con il metodo Param-Param, ossia con trasmissione diretta fra Insegnante ed allievo. Sono Istruttore CSEN dal Novembre 2018 D.N. 9276.

Silvia Tamburini, istruttrice di yoga